Il CCC, museo di arte contemporanea, sotto accusa di ‘omofobia’

Il Ujazdowski Castle Centre for Contemporary Art ed il suo direttore Piotr Bernatowicz sotto accusa per un'opera d'arte che è definita 'omofoba'. Quando la trasgressione deve essere "politically correct"

Il CCC, museo di arte contemporanea, sotto accusa di ‘omofobia’

WARSZAWA – Accuse di ‘omofobia’ per il direttore del Ujazdowski Castle Centre for Contemporary Art, Piotr Bernatowicz. Il fatto è legato, come indicato su Artnet News (vedi), all’acquisto di alcune opere d’arte, come poi riportato da Gazeta Wyborcza, nella non osservanza delle procedure autorizzate dal Ministero. Il quale ministero aveva dotato il museo di 2mln […]

“NewsWeek Polska”: un giornale di parte. Ma, loro, possono farlo

Funziona così: se sei contro il governo ma ti dichiari indipendente e 'liberal', puoi essere fazioso e di parte. Se ti schieri con il governo, ma ti dichiari onesto ed in cerca della verità, sei un cattivo giornalista. NewsWeek docet

“NewsWeek Polska”: un giornale di parte. Ma, loro, possono farlo

KRACÓW – Scorrendo sullo schermo la copia online di NewsWeek ultima (29 agosto 2020), la cosa che ha colpito nello ‘scrolling’ dei titoli è stato uno in particolare: Cyniczna gra „bliźniaków mniejszych”. Jak bracia Karnowscy z dziennikarzy stali się wyznawcami PiS“. In Italiano dovrebbe essere: “Il cinico gioco di “piccoli gemelli”. Come i fratelli Karnowski si […]

Con Duda, la Polonia continua il suo cammino di sviluppo

Con la conferma dei voti, la Polonia riprende il cammino definito negli scorsi 5 anni di Governo. Duda ha vinto per pochi voti, ma è chiaro che i polacchi vogliono stabilità. Divergenze tra città e campagne

Con Duda, la Polonia continua il suo cammino di sviluppo

VARSAVIA – Con la conferma ufficiale della vittoria di Andrzej Duda nella competizione elettorale per Presidente della Repubblica, finisce per la Polonia il travagliato momento che ha legato assieme pandemia/paranoia per covid ed elezioni. Un momento che è passato per la posticipazione dallo scorso 10 maggio, data ufficiale per le votazioni e persino per una […]

L’Ambasciata di Polonia a Roma striglia Mentana

Mentana, direttore di una tv nazionale, associa Aushwitz alla Polonia, considerandola implicitamente cattolica e cattiva come Hitler. L'Ambasciata polacca in Italia, non si fa intimorire da "pistolet maszynowy Mentana"

L’Ambasciata di Polonia a Roma striglia Mentana

ROMA – Piccata risposta dell’ambasciatore polacco in Italia, signora Anna Maria Anders al tweet del giornalista italico Enrico Mentana, direttore del telegiornale della tv italiana La7, famoso per parlare molto velocemente e per ciò chiamato ‘mitraglietta mentana‘ (pistolet maszynowy Mentana) Il tutto nasce dalla intima necessità di Mentana di partecipare al dibattito social scatenato in […]

OPINIONI – Perchè la magistratura deve essere cambiata. Non solo in Polonia

La Polonia è ancora in rotta di collisione con la EU. Stavolta per la prevista modifica all'ordinamento giudiziario. Che in realtà in tutta Europa ha esorbitato le proprie funzioni

OPINIONI – Perchè la magistratura deve essere cambiata. Non solo in Polonia

WARSZAWA – La Polonia è sotto attacco da parte della Unione Europea. A più riprese lo è stata, specie dopo il 2014, quando finì la gestione di Donald Tusk e di Piattaforma Civica (PO, Platforma Obywatelska), aggregato di sinistra. Da quando invece al governo è andata la destra nazionalista con Legge e Giustizia (PiS, Prawo […]

CPI: la corruzione in Polonia secondo Transparency International

L'Indice TI mette la Polonia al 36° posto per la corruzioni. Ma è un indice contestato a livello mondiale

CPI: la corruzione in Polonia secondo Transparency International

BERLINO – La Polonia, con 60 punti, si qualifica al 36° posto, su 180, nella classifica sulla ‘corruzione percepita‘ (Corruption Perpecption Index) stilata da Transparency International, una ONG (Organizzazione Non Governativa) che da anni si occupa di dare una giudizio di valore sugli Stati nazionali in merito alla corruzione presente. Al vertice, e quindi Paese […]

Global Compact per le (im)migrazioni: anche la Polonia non firma

La Polonia, insieme ad altri Stati nazionali, non firmerà il Global Compact Migration, con cui l'ONU cerca di elevare a rango di 'diritto umano' la migrazione. Con il temibile risultato che si potrebbe perdere il controllo delle proprie frontiere nazionali

Global Compact per le (im)migrazioni: anche la Polonia non firma

MARRAKECH (Marocco) – Sarà nella città marocchina di Marrakech (o Marrakesh) tra il 10 e l’11 dicembre prossimi, dove l’Onu, attraverso una delle sue tante ramificazioni, in questo caso il UNGlobal Compact (CGM) tenterà di far firmare agli Stati mondiali, un impegno definito ‘non vincolante‘, in tema di migrazioni ma, soprattutto, di immigrazioni. La Polonia ha […]

Per Milena (Gabanelli) i ponti in Italia crollano per colpa…. della Polonia

In un video del maggio 2018, la Gabanelli si lancia in un ardito sillogismo: se crollano i ponti italiani, è colpa dei polacchi

Per Milena (Gabanelli) i ponti in Italia crollano per colpa…. della Polonia

Oggi, 14 agosto, in Italia poco prima delle 12 è successa una vera tragedia: il ponte ‘Morandi’che fa parte dell’Autostrada A10 vicino Genova, è crollato. Allo stato attuale, non si è sicuri del numero delle vittime che è certamente superiore a 20 e purtroppo destinato a crescere. Ovvio che ancora è troppo presto per capire […]

I campi di concentramento: made in?

I campi di concentramento: made in?

Il Parlamento polacco ha definitivamente approvato una norma che promette multe e persino la galera per chi collega l’Olocausto, ovvero la uccisione di ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale, con la Polonia ed il popolo polacco. La norma ha passato la verifica della Camera e del Senato e non pare abbia incontrato nessuna remora alla […]

Unione Europea: meno libertà nazionali a favore di una super-Europa

Unione Europea: meno libertà nazionali a favore di una super-Europa

BRUSSELS – Ogni anno, a settembre, il presidente della Commissione Europea, scimmiotta quello degli Stati Uniti d’America con il ‘discorso sullo stato dell’Unione‘. Ma mentre il presidente Americano è organismo eletto dall’intero corpo elettorale attraverso elezioni politiche a suffragio universale, questo dell’Unione Europea è un nominato, perlomeno di secondo livello, in quanto designato a maggioranza qualificata […]