Roma, Venezia, Padova: ci sono queste città in Polonia?

Tante città che in Polonia hanno un legame storico e culturale con l'Italia. Dalla Roma della Silesia alla Padova del Nord

NYSA – Ci sono città in Polonia che hanno uno stretto legame con città italiane. E non solo italiane, perchè si parla anche di Parigi, Vienna.

E’ un aspetto che mette in evidenza un articolo di Culture.pl (qui la versione in inglese).

Che analizza appunto l’aspetto culturale delle denominazioni di alcune città polacche non di secondo piano.

Ed il legame è forte con l’Italia. Ma anche con altre Nazioni e con loro città.

Le città polacche ‘italiane’

Per partire con le città italiane, partiamo con Wrocław che è chiamata la ‘Venezia del Nord’ per i suoi tanti canali. Questo perchè la città sorge attorno al fiume Odra ed altri 4 affluenti.

Wrocław, tradotta in Italiano come Breslavia, ha 640.000 abitanti ed è la capitale della Slesia, nel Centro-Est del Paese. Il fiume Odra nel suo defluire crea più di 20 isolette e ci sono quindi diversi ponti (qui un articolo sempre su Culture.pl).

Si segnala anche che Gdansk (Danzica in Italiano) si può avvicinare a ‘Venezia’ che può vantare anche lei canali e ponti.

Wrocław

Zamość, la “Padova del Nord”

Dopo la “Venezia del Nord”, rimaniamo ancora in Veneto con la città di Zamość che è chiamata la ‘Padova del Nord’ la cui comparazione è legata alla similitudine architettonica.

Zamość è nella zona Est della Polonia, quasi al confine con l’Ukraina ed oggi ha circa 66.000 abitanti.

La vicinanza con Padova perchè la città risulta fondata nel 1580 dal nobile polacco Jan Zamoyski, che aveva avuto contatti con Padua (Padova) dove aveva studiato legge.

Secondo la sua idea, la città doveva essere disegnata sul modello di ‘città ideale’ che doveva essere funzionale e bella. Anche perchè la città si trovata negli allora percorsi commerciali Sud-Nord.

Proprio per questo il progetto della città fu affidato all’architetto italiano Bernardo Morando. A dare spazio all’idea di Zamość come Padova del Nord fu nel 1935 quando il giornalista Arnaldo Frateili scrisse appunto che entrando nella città aveva avuto la sensazione di entrare a Padova.

Nysa, la “Roma polacca”

Tornando verso Ovest, al confine con la Repubblica Ceka, c’è Nysa, che è ha il titolo prestigioso di “Roma della Silesia“.

L’idea è venuta perchè ai tempi, Nysa, era considerata bella come Roma. Oltre che essere sede di un vescovado che governava il territorio.

Probabilmente l’appellativo di Roma della Silesia fu dovuto proprio al fatto che il governo di un religioso era avvicinato a quello del Papa nella Roma latina.

Come molte delle città polacche, purtroppo, durante la IIGM fu distrutta per il 70% per cui molte antiche vestigia sono oggi andare perse.

Oggi ha circa 45.000 abitanti e, pur avendo questo appellativo che la ricollega a Roma, il gemellaggio con l’Italia è attraverso la provincia di Campobasso. Che avranno in comune?

Nysa

Le altre ‘similitudini’ europee

Ovviamente, non poteva essere solo l’Italia ad avere l’onore di avere delle città come ‘simbolo’ di città polacche.

Ci sono altre città europee citate. Da Varsavia che è la ‘Parigi del Nord’, a Bydgoszcz detta la “Piccola Berlino”, a Bielsko-Biała chiamata la ‘Piccola Vienna’. C’è poi Łódź, la ‘Manchester polacca’, la città inglese famosa per la manifattura della Rivoluzione Industriale.

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.