La Polonia è promossa ‘Paese Sviluppato’ ed è 8^ economia in Unione Europa

Landscape di Varsavia

LONDRA – L’indice FTSE Russel, società che gestisce indici di borsa presso la Borsa di Londra e che, nello stesso tempo, analizza ampi e diversi dati macro-economici, ha ‘promosso’ la Polonia da ‘Paese in Via di Sviluppo’ a ‘Paese Sviluppato’ riferendosi specificamente al sistema di mercato e capitalista.

Una prima verifica dei dati che confermano questo passaggio sono stati evidenziati in un report del settembre 2017 ma la conferma si è avuta a fine settembre 2018 comparando questi dati con il “FTSE Global Equity Index Series”, un indice che misura le tendenze di borsa annuali.

Secondo questi parametri, la Polonia è stata riclassifica da “Advanced Emerging” a “Developed Market“.

Con questa ‘promozione’, la Polonia passa dal FTSE Emerging All Cap Index, dove aveva un peso a Marzo 2018 di 1.33% al FTSE Developed All Cap Index, dove ha un peso, nella determinazione dell’indice, che è previsto essere 0.154%.

Nelle parole del FTSE, questa riclassificazione indica ‘i frutti del continuo miglioramento delle infrastrutture a servizio del mercato dei capitali, supportati dai consistenti progressi economici del Paese‘.

La Polonia, passa ad essere l’8^ economia maggiore nella Unione Europea e la 1^ tra i Paesi del Centro Europa.

Tra i diversi criteri che hanno permesso il passaggio della Polonia da Avanzato Emergente a Sviluppato, da un lato l’aumento del GNI, il Gross National Income stabilito dalla World Bank. Il GNI è il reddito nazionale, indicato in “dollari internazionali”, diviso per la popolazione. Per la Polonia, come indica il grafico qui sotto, l’aumento dal 1991 al 2018 è stato constante e si attesta, alla rilevazione del 2017, a 27.920$ (Italia 39.640$)

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

I 22 parametri stabiliti per la valutazione da parta di FTSE Russel, sono stati tutti pienamente superati.

In particolare, già dal 2011 era stato raggiunto un parametro ‘high’ nel mercato degli scambi esteri, lo sviluppo dei mercati dei ‘derivati’, considerati importanti come parametro di sviluppo di Paese moderno, con un ottimo tasso di ‘trasparenza’ nei processi economici.

Economic statistics for Poland
• GDP growth +3.2% (2018, forecast)
• Industrial production +7.4% (February 2018, year on year)
• Consumer price inflaction +1.3% (March 2018, year on year)
• Unemployment rate 6.8% (February 2018)

Quali benefici?

A parte la considerazione internazionale come ‘Paese Sviluppato’, cosa significa questo dato per la Polonia?

Significa molto in termini di attrazione di investitori internazionali perchè questo, come altri indici, stabilisce il grado di affidabilità di un Paese come oggetto di investimento monetario.

L’aver ottenuto un punteggio positivo nei 21 fattori, indica, tra l’altro, che la Polonia, anno dopo anno per non perdere il ‘grade‘, deve impegnarsi a mantenere questi standard. Una riassicurazione per gli investitori che possono vedere nella Polonia un mercato di investimento sicuro, soprattutto dal punto di vista delle norme e regolamentazioni.

Una valore aggiunto per gli investitori che possono diversificare le proprie posizioni. E per il governo ed in generale il sistema economico polacco che può avvantaggiarsi di capitali esteri

Reazioni politiche

Ovviamente positive le ‘reazioni’ dei leader politici, almeno di maggioranza, a questi dati.

‘La nostra economia – ha detto il premier Morawiecki in un proprio articolo per il Wall Street Journal in un pezzo da titolo “Incontriamo la tigre polacca” – sta crescendo permettendoci di prenderci cura dei meno fortunati”

Peraltro, subito dopo, indicando come il PiS (Prawo i Sprawiedliwość, Legge e Giustizia, il partito di maggioranza in Polonia) sia riuscito a cambiare la connotazione negativa della Polonia, dal di dentro: “Abbiamo – ha scritto il Primo Ministro Marowieckistroncato la crescente evasione e frode fiscale, aumentando il reddito statale dall’IVA del 26% in soli due anni. Abbiamo perseguito le bande internazionali che sistematicamente mettevano in essere operazioni di frode nel campo IVA, spesso con la connivenza di pubblici ufficiali. Allo stesso modo abbiamo dato vita ad un sistema di tassazione che produce incentivi per investimenti, ricerca e sviluppo, specialmente per piccole e medie imprese

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.