Lavoro: si vuol cambiare spesso. Ed intanto Toyota assume

.

La fedeltà dei polacchi al loro lavoro, non è a prova di tradimento. O almeno questo pare essere l’analisi del sito Monster Polska che si occupa di selezione del personale. Secondo quanto riporta Rzeczpospolita, il tempo medio per cui vale la pensa rimanere in un posto di lavoro è tra i 3 ed i 5 anni con un quinto del campione che invece pensa ad un periodo tra i 6 ed i 9 anni.

Questo perchè gli intervistati ritengono che il datore di lavoro non gratifica la ‘fedeltà’ in maniera particolare rispetto, esempio, ai nuovi assunti che possono beneficiare praticamente delle stesse condizioni di lavoro degli ‘anziani’.

Una ipotesi, comunque non del tutto condivisa se è vero che il 48,6% ritiene invece che la ‘fedeltà’ al proprio lavoro ed al proprio datore di lavoro alla fine premia, pur se non solo in termini economici.

Di certo però, è emerso che la possibilità di migliorare la propria condizione economica e finanziaria viene dalla ‘mobilità’ personale, dall’eventuale cambio di lavoro, cosa che dal sito Monster Polska pare emergere con costanza.

Toyota assume

Ed in tema di lavoro, continua l’arrivo di aziende estere che pianificano aperture di sedi o aumentare le capacità produttive dei propri impianti di produzione in Polonia. Si tratta, oggi, della Toyota che ha intenzione di aumentare la linee di produzione della propria fabbrica a Jelcz-Laskowice distretto di Oława, nel voivodato della Bassa Slesia e con circa 20.00 abitanti.

L’aumento della capacità produttiva si deve a nuovi progetti su motori ad altra efficienza di 2000cc oltre che alla produzione di motori da 1500/1600cc che vanno ad equipaggiare le ‘ibride’ della casa giapponese, prodotto su cui viene puntata l’attenzione e la cui entrata in linea di produzione è previsto verso la fine del 2019. Le unità ibride attualmente rappresentano il 40 percento. Le vendite di Toyota in Europa e la loro quota sta crescendo rapidamente.

Secondo quanto indicato, si tratterà della creazione di 17 nuove linee: 12 sulla lavorazione, quattro sulla fonderia e una linea di montaggio mista. La capacità raggiungerà 18 mila motori/mese con un basso impatto ambientale ed energetico.

Interessanti quelli che sono i ‘benefit’ attribuiti ai dipendenti come esempio l’assistenza medica privata, un pacchetto sportivo, cofinanziamento per cene, spostamenti al lavoro con autobus aziendali e leasing di automobili Toyota a condizioni preferenziali.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.