Polonia, Ungheria e Paesi V4 in pieno accordo

BUDAPEST – Pieno accordo tra Ungheria, Polonia, Rep Ceka e Rep Slovacca (i cosiddetti Paesi del Gruppo Visergrad 4, V4) in merito alle politiche nazionali su immigrazione, sicurezza, economia ed atteggiamento verso la Brexit.

Lo scrive il quotidiano online ‘About Hungary’ riportando la dichiarazione del Primo Ministro della Ungheria, Orbàn, secondo cui i Paesi V4 ‘accettano la decisione dei Paesi di immigrazione di diventare Paesi di immigrati. Chiediamo loro di accettare, però, che noi non vogliamo diventare uno di loro‘.

Crisi dei migranti

In particolare, proprio sul tema degli immigrati, c’è stata piena sintonia tra il Viktor Orban ed il primo ministro polacco, Beata Szydło che ha incontrato a Varsavia lo scorso venerdì.

Il Primo Ministro polacco ha ribadito che “il percorso che i nostri governi hanno scelto nell’occuparsi dell’immigrazione clandestina si è rivelato corretto. Riconosciamo le decisioni delle corti europee – ha proseguito il PM Szydło – “ma il criterio principale deve continuare ad essere la nostra sicurezza e quella dei cittadini”, riferendosi alla recente sentenza della Corte di giustizia europea sulla questione della quota di migranti.

Per quanto riguarda gli altri temi, i due primi ministri hanno confermato che Ungheria e Polonia condividono lo stesso punto di vista su Brexit, sul bilancio UE 2020-2026 e sul mercato unico dell’UE.

Il Primo Ministro Szydło ha anche espresso il suo ringraziamento per la “intensa e buona” presidenza V4 di Ungheria, aggiungendo che il successo della presidenza ungherese sarà “un successo per tutti noi“.

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.