Stop all’uso di sacchetti di plastica per la spesa

Fine della gratuità per i sacchetti di plastica

 WARSAW – Sta finendo anche per i polacchi la gradevole sensazione di avere il sacchetto della spesa gratis. Come indica il quotidiano www.kurier.pap.pl, dal prossimo 2018 i consumatori dovranno contribuire a sostenere il costo di questi sacchetti di plastica.

A spingere verso questo cambio di abitudine, è il progetto di legge per la modifica della gestione e riutilizzo di imballi e rifiuti da imballo, che da un lato segue l’adeguamento alle norme europee ma, dall’altro ovviamente tenta di ridurre l’effettivo conferimento di rifiuti in discarica.

Come in molte altre parti d’Europa, uno dei sistemi di maggior disincentivazione all’utilizzo di sacchetti di plastica è proprio il pagamento per consumo. In tal modo cercando di spingere al riutilizzo ad ogni spesa.

Secondo quando indicato nel disegno di legge, il costo dovrebbe essere di 1zl (circa 2c) ed i negozianti saranno obbligati a far pagare il sacchetto.

Tecnicamente parlando, lo spessore del sacchetto mono-uso da far pagare sarà quello da 50 micron mentre rimane esente e quindi gratis il sacchetto da 15 micron, generalmente quello usato nel reparto frutta e verdura.

I sacchetti da 15 micron al banco di frutta e verdura

La Polonia si avvia quindi a raggiungere altri 15 Paesi europei dove questo criterio è in vigore anche già da tempo. In Italia, i primi vagiti di questo tipo di atteggiamento ‘green’ si ebbero con la legge finanziaria del 2007, che però – di proroga in proroga – andarono avanti nel tempo. L’attuale obbligo, in Italia, di usare ‘shopper’ biodegradabili è esteso a tutte le attività commerciali con il rischio di sanzioni, in caso di inadempimento, da 2.500 a 25.000€.

In vista c’è però anche la completa dismissione dell’uso di borse in plastica, anche ‘formalmente’ biodegradabili, in favore di box e sacchetti in carta e cartone.

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.