Nuove regole per gli stranieri in Polonia

Rafał Rogala, capo del dipartimento Immigrazione

WARSAW – Una intervista a Rafał Rogala, a capo del Dipartimento per l’Immigrazione, che indica come le norme ed i regolamenti siano stati resi più agevoli per chi immigra in Polonia

La Polonia ha una nuova legge sugli stranieri. Perché sono necessarie queste nuove norme?

La nuova legge è concepita come un sistema di cambiamenti conforme alla politica migratoria della Polonia adottata dal governo nel luglio 2012. La legge contiene una serie di regolamenti che rendono la vita più facile per gli stranieri che lavorano e studiano in Polonia e per altre persone che vorrebbero per legalizzare il loro soggiorno. Il regolamento mira inoltre a prevenire situazioni in cui il soggiorno di un estraneo diventa illegale. Infine, la legge adegua le norme polacche alle norme UE.

Come esattamente le nuove regole aiutano gli stranieri?

Le nuove norme mirano a semplificare e velocizzare le procedure, rendendole meno formalizzate. Garantire una maggiore stabilità per gli stranieri che soggiornano in Polonia e riducono i costi dei procedimenti e dei documenti rilasciati agli stranieri. Ad esempio, la nuova legge estende la massima validità dei permessi temporanei di residenza da due a tre anni.

In più, da ora, gli stranieri possono richiedere un permesso temporaneo di residenza in qualsiasi momento durante il loro soggiorno legale in Polonia. Prima del 1° maggio di quest’anno, quando la nuova legge ha avuto effetto, tutti coloro che hanno voluto prolungare il loro soggiorno in Polonia dovevano richiedere tali permessi entro 45 giorni prima che i loro visti, o i più recenti permessi di residenza, andassero in scadenza. Ciò ha portato a molti problemi e lo status di molti stranieri in Polonia è diventato illegale nel processo.

Ci sono anche nuove regole riguardanti gli stranieri che frequentano le università polacche. Con la nuova legge in vigore, questo gruppo sarà concesso i suoi primi permessi di residenza temporanea per 15 mesi. Gli stranieri che continuano gli studi per un altro anno possono ricevere tali permessi fino a tre anni anziché un solo anno, come nel caso precedente. Ci sono anche nuove regole che disciplinano laureati stranieri delle università polacche che cercano posti di lavoro in Polonia. Ora possono richiedere un permesso temporaneo di residenza per un anno.

Ci sono nuove regole per gli stranieri che cercano di entrare nel mercato del lavoro polacco?

Un cambiamento importante è una residenza combinata e un permesso di lavoro. Uno straniero con un posto di lavoro in Polonia può ora richiedere un permesso di soggiorno e un permesso di lavoro in una sola procedura.

Prima, un datore di lavoro che voleva assumere uno straniero aveva bisogno di richiedere un permesso di lavoro per loro in modo che il loro soggiorno in Polonia potrebbe essere reso legale. Le recenti modifiche consentono anche agli stranieri di rimanere disoccupati per un mese senza la loro residenza temporanea ei permessi di lavoro vengono automaticamente revocati.

Sono state apportate modifiche anche ai regolamenti sui permessi di residenza temporanei rilasciati agli stranieri che intendono avviare un’attività in Polonia. Secondo i nuovi regolamenti, tali permessi possono ancora essere concessi solo agli stranieri la cui attività conferisce benefici alla Polonia. Tuttavia, i criteri di ciò che questo significa sono ora più chiari e più obiettivi di prima. Tali regole trasparenti funzionano a vantaggio di stranieri e funzionari che esaminano le loro applicazioni.

Ci sono altre modifiche che rendono la vita degli stranieri più facile in Polonia?

La legge contiene più di 500 articoli e quindi ci sono molti cambiamenti. Un esempio di regolamenti modificati che rendono più facile la vita degli stranieri riguarda le risorse finanziarie che un estraneo deve avere. Secondo i vecchi regolamenti, gli stranieri dovevano dimostrare di avere una fonte di reddito stabile e regolare sufficiente a sopportare i costi di vita per se stessi e per i loro familiari. Il reddito è stato valutato dopo che i costi di alloggio sono stati detratti. Per semplificare la procedura di legalizzazione, i costi di alloggio non verranno più esaminati.

I nuovi regolamenti incoraggiano l’immigrazione in Polonia?

L’indagine sociale europea ha scoperto che, insieme a Germania, Bulgaria, Romania e Stati baltici, la Polonia è un paese di emigrazione netta, il che significa che coloro che lasciano il paese sono più numerosi di immigrati. L’immigrazione in Polonia è in aumento, ma l’aumento è lento se non trascurabile.

Tuttavia, l’indagine dimostra chiaramente che la Polonia è un paese relativamente accogliente per gli immigrati e i polacchi possono vedere gli il beneficio dell’immigrazione. Vale a dire che siamo a conoscenza dei vantaggi che la Polonia deriva dall’immigrazione finché viene gestita nel modo giusto.

Pertanto, sembrava ragionevole adottare regolamenti che potessero beneficiare sia degli stranieri che dell’amministrazione polacca e rendere più facile la loro vita, creando allo stesso tempo strumenti per assicurare che la migrazione continua ad essere gestita efficacemente.


Maggiori informazioni su www.cudzoziemcy.gov.pl

Fonte: The Warsaw Voice

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.