I polacchi costruiscono le strade ukraine

 

KIEV – Due società polacche si sono aggiudicate i lavori di asfaltatura per i collegamenti stradali ai valichi tra la frontiera polacco/ukraina.

L’accordo, concluso nella capitale ukraina di Kiev, ha visto le società Drog-Bud e Unibep aggiuducarsi i lavori per i circa 140km di strade che mettono in collegamento il territorio dell’Ukraina con la Polonia.

Lo scorso anno il governo polacco ha stanziato un fondo di 100mln di euro come prestito alla Ukraina per modernizzare le infrastrutture stradali a ridosso del confine e riadattare i valichi di frontiera.

Un approccio interessante perchè il credito polacco concesso, adesso rientra in termini di reddito prodotto, con l’appalto vinto da due aziende polacche. Senza contare la restituzione del debito da parte del governo di Kiev.

‘Con tale questo accordo (di credito polacco, ndr) si è realizzato un buon approccio al confine tra la Polonia e l’Ucraina. Spero anche che questo è il primo passo verso l’espansione delle imprese europee, in particolare polacche, sul mercato ucraino’,

ha detto il Ministro dei Trasporti polacco, Sławomir Nowak.

Oltre 140km di strade

I due imprenditori polacchi si sono aggiudicati il rifacimento della strade del Lviv e Volyn. La lunghezza complessiva di queste strade è di 140 km e conducono dai valichi di frontiera polacco-ucraino di Zosin-Ustyluh, Krościenko-Smolnica, Budomierz-Hruszów, Malhowice-Niżankowicze e Hrebenne-Rawa Ruska in Ucraina.

Il progetto deve essere attuato nel corso dei prossimi due anni.

L’accordo di programma per il prestito tra i governi polacco e ucraino, ha inclusa la condizione che, delle merci ed opere finanziate, il 60% sia di parte polacca mentre il 40% sia di competenza di aziende ucraine.

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.